L’Ostéo4pattes

071 – Dépêche del mese di febbraio 2010

"Os"teopatia : l’osso, ma non solo ! L’osteopatia agisce innanzitutto sul SNA…
Créé le : domenica 6 novembre 2011 di Catherine Laurent, Ivo Lalla

Dernière modificaton le : lunedì 4 dicembre 2017

Per la maggior parte dei proprietari di animali, "os"teopatia significa innanzitutto "trattamento delle ossa", delle vertebre, dei problemi meccanici di origine vertebrale.
Ciò che è meno noto è che la manipolazione osteopatica, ristaurando la mobilità dei segmenti ossei e dei visceri, ha come bersaglio l’influsso del sistema nervoso autonomo, che si "riorganizza" dopo aver ricevuto un segnale dalla manipolazione. L’osteopata può quindi pretendere di trattare i problemi di origine vertebrale, ma anche di origine viscerale, muscolare o nervosa. Il caso di Speed illustra perfettamente quest’ultima faccetta dell’osteopatia, e combina tecniche osteopatiche e conoscenze succinte di medicina cinese.

SPEED è un puro sangue da galoppo e da steeple di 14 anni, riformato, utilizzato per hobby sportivo (dressage, ostacolo, cross).

Da circa un mese la sua proprietaria nota una modificazione delle andature (trotto e galoppo), che sono diventate "nervose" e scomode. Il cavallo si rifiuta di camminare a mano destra e, dopo il lavoro, presenta un’ipersudorazione anormale su delle zone non a contatto con la sella. Tutta la zona dell’incollatura fino alla punta del gomito è zuppa di sudore da entrambi i lati, ma soprattutto a destra.

SPEED – foto 1 - 30 nov 09 : ipersudorazione localizzata dopo il lavoro (un’ora). In sovra-impressione, il tragitto del meridiano "triplo bruciatore" (corrispondente al SN Ortosimpatico), secondo la Medicina Tradizionale Cinese

Questa sudorazione esagerata era stata dapprima messa sul conto del mantello invernale particolarmente fitto e delle temperature clementi, ma è stata in seguito associata delle irregolarità d’andatura, il che ha motivato alla consultazione osteopatica.

L’esame osteopatico mostra una tensione fasciale craniale marcata verso la destra, che si continua al di sopra dell’occhio destro al livello del punto di agopuntura Triplo Bruciatore 22 (TR = SN Autonome) (cfr foto 2).

SPEED – foto 2 – Il punto, percepito in "vuoto energetico" e corrispondente al TR22

- Si notano poche disfunzioni al livello vertebrale : C1 in rotazione destra ; T1 in lateroflessione marcata ; L1 in rotazione sinistra.
- Al livello viscerale, il diaframma è leggermente in tensione cranialmente. La loggia energetica corrispondente al Triplo Bruciatore presenta una disfunzione importante. L’intestino gracile è leggermente reattivo (il cavallo non ha avuto alcun trattamento antielmintico recentemente). Il sacro è normalmente mobile e le ossa iliache relativamente simmetriche.

La sintesi delle osservazioni permette di ricostruire la catena disfunzionale seguente :

l’importante disfunzione all’ingresso del torace provoca una disfunzione :

- di T1 (piuttosto della prima costa, che della vertebra toracica stessa), poi di C1 e L1 in reazione di adattamento ;
- il plesso brachiale è ugualmente coinvolto, il che spiega l’impatto sul SNA attraverso il triplo bruciatore. Il punto saliente di questa consultazione è l’accostamento fatto tra la zona in ipersudorazione e il tragitto del meridiano "TR" (cfr foto 1), che si termina al di sopra degli occhi, proprio nella zona dove c’è un vuoto energetico (punto TR 22).

Il trattamento è consistito in :

• Lavoro funzionale sul SN ortosimpatico (TR) con liberazione del plesso brachiale

• Lavoro funzionale (energetico) sul tragitto del meridiano TR

• De-coaptazione strutturale della prima costa a destra grazie a una trazione sul membro anteriore destro

• Palpazione nella regione tra la parte mediale della scapola destra fino alla costa

• Lavoro funzionale sull’intestino gracile

• Risolvimento della C1.

Al controllo dopo la manipolazione, la tensione verso la destra è sparita. Le tre vertebre reattive hanno ripreso un movimento simmetrico. Il diaframma presenta un movimento molto ampio.

Resta da vedere se, dopo il lavoro, l’ipersudorazione riappare.

Il giorno dopo la consultazione, dopo un’ora di lavoro montato con una temperatura molto clemente per la stagione, la cavallerizza nota una modificazione spettacolare delle andature, che sono tornate "morbide" e comode, e riesce a lavorare facilmente a mano destra.

Al ritorno nel box, non si nota alcuna sudorazione anomala (cfr foto 3) : l’incollatura è perfettamente asciutta dai due lati. Il cavallo presenta delle zone di sudore normali, al contatto con il passaggio della cinghia.

SPEED – foto 3 – 36h dopo la manipolazione, e un’ora di lavoro : non c’è più alcuna traccia di sudore sull’incollatura a destra.

Questo caso mostra che l’osteopatia può risolvere dei casi di disfunzioni nervose legate alla perturbazione del sistema ortosimpatico, e che provocano delle manifestazioni cutanee quali l’ipersudorazione. Alcuni elementi di medicina cinese permettono di fare il legame tra le regioni "testimone" e la patogenesi dei problemi riscontrati.



Notez cet article
3 votes






Home | Contatti | Mappa del sito | Connettersi | Visitatori : 151 / 721041

Monitorare l’attività del sito it 

Sito realizzato con SPIP 3.1.8 + AHUNTSIC